EUMANS Assemblea Aperta - 27 settembre ore 18 (ITA/EN)

Il 27 settembre dalle 18 alle 21 si convoca in Italiano e in Inglese l’Assemblea Trimestrale dei Soci di EUMANS. 

Ci saranno interpreti - finanziati con le iscrizioni e la raccolta fondi di EUMANS - per consentirci il miglior dialogo possibile. Come sempre l’Assemblea di EUMANS è aperta a chiunque - ma solo gli iscritti potranno proporre modifiche al documento finale, allo statuto e partecipare alle votazioni. 

Registrati qui per partecipare all’assemblea
Iscriviti oggi a Eumans per partecipare come socio all’Assemblea.
Qui su EUMANS Agora trovi tutti i documenti dell'Assemblea (Ordine dei lavori, Regolamento e bozza di documento )

Qui di seguito trovi una nota di approfondimento sullo scenario politico in cui ci muoviamo, e sui temi di dibattito dell’Assemblea.   

Per introdurre i lavori saranno con noi anche:  

- Tony Venables, Fondatore di ECIT Foundation - European citizens’ rights, Involvement and Trust e promotore dell'Iniziativa dei Cittadini Europei Voters Without Borders 

- Kalypso Nicholaidis, Chair in International Affairs, School of Transnational Governance, European University Institute e membro della coalizione  Citizens Take Over Europe 

TI aspettiamo! 

 

Virginia Fiume e Marco Cappato
Co-presidenti di EUMANS 

*****

 

La Democrazia non è un vuoto contenitore. La Democrazia è la garanzia del diritto delle persone che abitano luoghi di vivere al sicuro, di vedere protetti i loro diritti fondamentali, di essere messe in condizione di vivere coscientemente la vita migliore possibile. Nello stesso tempo la Democrazia è il diritto fondamentale che hanno i cittadini e le cittadine di partecipare alla vita pubblica, attraverso le elezioni ma anche e sopratutto attraverso l’accesso ai processi deliberativi, secondo le forme garantite dalla Costituzione. 

 

In queste settimane la necessità di proteggere la democrazia è stata evocata in almeno tre importanti scenari transnazionali. 

 

Il 25 settembre l'Italia andrà a elezioni anticipate. Il dibattito pubblico è principalmente concentrato sulla possibile vittoria di Giorgia Meloni, leader del Partito Fratelli d’Italia, e della coalizione di centro-destra. Ma quasi nessuno si occupa del grande problema di come si è arrivati a queste elezioni.

L’iniziativa della Lista Referendum e Democrazia, promossa da Eumans, è l’unica ad essersi occupata di questo problema, denunciando con un ricorso giudiziario le violazioni all’accesso alla competizione elettorale, e raccogliendo digitalmente le firme per candidarsi, dopo aver chiesto ripetutamente al Governo di rimediare alle discriminazioni legalizzando questa modalità di raccolta (puoi leggere tutta la storia qui).

 

Il 15 settembre il Parlamento Europeo ha votato una Relazione che ancora una volta denuncia la sistematica violazione dell’Articolo 2 del Trattato Europeo in materia di diritti fondamentali da parte dell’Ungheria. E anche qui per la prima volta il tema del funzionamento delle elezioni e quindi della democrazia stessa è entrato tra i pericoli per la tenuta dello stato di diritto. 

 

Il 15 settembre la Presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen nello State of the Union nonostante le aspettative della societá civile ha solo  brevemente citato come sia importante avviare un percorso verso una Convenzione Europea anche a partire da quanto determinato dall’esito della Conferenza sul Futuro dell’Europa. Ma lo ha fatto con voce flebile, in parte anche per il poco supporto all’interno del Consiglio Europeo. Eppure la Conferenza, basata su panel di cittadini e cittadine estratti a sorte e su una piattaforma deliberativa digitale, potrebbe diventare un  tassello fondamentale per il processo di democratizzazione del’Unione Europea, se solo le istituzioni europee investissero in questa direzione.

 

Nel frattempo la crisi climatica e la crisi energetica diventano sempre più urgenti, le scelte dei governi sempre più conservatrici a causa del prevalere degli interessi nazionali, i diritti fondamentali - dall’aborto al fine vita - avanzano a velocità alternate, la transizione digitale deve essere governata per restare un diritto di cui godere e non un meccanismo di controllo autoritario. E la guerra in Ucraina sembra purtroppo lontana dalla fine, creando una difficile spaccatura proprio ai confini dell’Europa, mentre le politiche di accoglienza si rivelano sempre più inadatte a sostenere i flussi migratori nel rispetto dei diritti fondamentali. 

 

Questo è lo scenario europeo e globale in cui vogliamo intervenire con le nostre proposte. Per questo ti invitiamo all’Assemblea di EUMANS martedi 27 settembre dalle ore 18 alle 21.00 in Italiano e in Inglese. Sarà l’occasione per incontrare gli attivisti e le attiviste che hanno portato avanti in questi mesi le iniziative di EUMANS per la democrazia, in Italia e oltre (lLista referendum e democrazia), quelli che si stanno mobilitando per un accordo globale sul carbon pricing alla COP27, gli attivisti europei della coalizione Citizens Take Over Europe per il rafforzamento della democrazia partecipativa (a partire dal Blueprint per un’Assemblea Estratta a Sorte a Livello Europeo) e per nuove iniziative dei cittadini europei. Come quella sulla cittadinanza europea promossa dalla ECIT Foundation, quella sul Reddito Universale e quella che abbiamo cercato di avviare - ma per cui non abbiamo ancora le risorse, per la legalizzazione della cannabis a livello europeo.

Durante l’Assemblea rivedremo gli obiettivi che ci eravamo dati nella scorsa mozione e le azioni urgenti intraprese durante l’estate e i risultati raggiunti  connettendoli alla mozione generale dell’ultimo Congresso a Varsavia per definire le prioritá dei prossimi mesi, continuare a auto-organizzare il nostro movimento, a renderlo accogliente e sostenibile per cittadini e cittadine come te e definire le prioritá in vista del prossimo Congresso - per cui è importante iniziare a lavorare - da tenersi nella primavera del 2023, magari ancora a Varsavia.


Registrati qui per partecipare all’assemblea
Iscriviti oggi a Eumans per partecipare come socio all’Assemblea.
Qui su EUMANS Agora trovi tutti i documenti dell'Assemblea (Ordine dei lavori, Regolamento e bozza di documento )