EUMANS: essere parte del cambiamento, per la democrazia e la Sostenibilitá. Incontro "verso il movimento paneuropeo".

Il 2 settembre 2021 dalle 18.00 alle 19.30 ci incontriamo in italiano e in inglese per far incontrare gli attivisti italiani e europei di EUMANS e ragionare insieme sui percorsi che possiamo intraprendere insieme in Italia e in Europa. L’incontro si svolgerá su Zoom a questo link  https://us06web.zoom.us/j/97771031515

Quando: 2 settembre
Ore: 6 PM - 7.30 PM CET
Dove: Zoom https://us06web.zoom.us/j/97771031515
Lingue: Italiano / Inglese (con interpreti)


Ripetendo che "non si esporta la democrazia con le armi" si coglie solo un aspetto del disastro afghano. In Tunisia, ad esempio, la liberazione dalla dittatura dieci anni fa arrivò per opera dei tunisini stessi, senza bisogno di eserciti. Eppure, né l’Italia, né l'Unione europea sono riuscite a favorire il consolidamento dello Stato di diritto.

Il "fallimento democratico" tunisino, come quello ungherese e polacco all'interno della UE, sono la prova che i nostri sistemi democratici occidentali non sono all'altezza delle aspettative dell'opinione pubblica nel rispondere ai problemi del nostro tempo.

Ma quello che è successo in Italia anche a partire dalla storia di attivismo di Marco Cappato, fondatore di EUMANS e protagonista insieme della mobilitazione per il referendum Eutanasia Legale che è arrivata anche sulle pagine di Politico corona un percorso di 15 anni di riforme per il diritto più “scandaloso”, quello a decidere sulla propria vita. Una campagna che ha coinvolto oltre 12.000 volontari e che nel silenzio dell’informazione (almeno fino a che non è stato più possibile tacere) ha consentito di raccogliere oltre 800.000 firme (di cui 500.000 cartacee ai tavoli e grazie alla riforma - sempre supportata da EUMANS e lanciata dalle azioni giudiziarie intraprese in sede di Nazioni Unite dal giurista e attivista politico Mario Staderini - che da oggi rende possibile la firma digitale per i referendum in Italia) per consentire ai cittadini e alle cittadine italiane di andare a votare per chiedere allo Stato quello che lo Stato non è riuscito a dare a causa degli interessi dei partiti.

Nell’estate più calda della storia, che ci costringe a continuare a riflettere su come fermare e in fretta i cambiamenti climatici, migliaia di cittadini hanno messo il loro corpo a disposizione della raccolta firme ufficiale per la tenuta di un referendum in Italia su una legge su cui il Parlamento non è riuscito a discutere.

Con "Eumans - cittadini per la democrazia e la sostenibilità" abbiamo individuato nella  partecipazione civica uno strumento fondamentale per realizzare il cambiamento andando oltre la dimensione prevalentemente nazionale e di breve periodo della democrazia elettorale e dei partiti che ne sono protagonisti.

L’incontro del 2 settembre consentirà un dibattito sulla nuova campagna iscrizioni, sull’Assemblea di EUMANS del 23 settembre e sul Congresso  a Varsavia nella prossima primavera.

L’incontro si svolgerà in Italiano e in inglese e avrà sei relazioni introduttive da tre minuti e sarà poi aperto al confronto tra i partecipanti

  • Democrazia Partecipativa: tra “appellifici” e Stato di diritto
  • Come siamo arrivati alla Firma Digitale in Italia e quali scenari si aprono per la democrazia partecipativa 
  • Politici Per Caso: la rivoluzione democratica delle Assemblee dei Cittadini Estratti a Sorte a partire dall’emergenza climatica
  • Stopglobalwarming.eu: Come si trasforma un’Iniziativa dei Cittadini Europei per la sostenibilitá ecologica ed economica in una proposta globale 
  • La straordinaria mobilitazione per il Referendum Eutanasia Legale: una storia lunga 15 anni e 3 mesi e la sua prospettiva Europea 
  • Tra la riforma delle Iniziative dei Cittadini Europei e la Conferenza sul Futuro dell’Europa