IL 10 DICEMBRE A ROMA, IN MARCIA PER I DIRITTI UMANI (IN IRAN E NON SOLO): EUMANS  ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE DEL PARTITO RADICALE

[...] NOI chiediamo pertanto che Italia, Unione Europea, Occidente, mostrino nei confronti del popolo iraniano la stessa solidarietà e lo stesso sostegno che giustamente si esprime nei confronti del popolo ucraino in lotta contro l’invasione e la guerra scatenata da Vladimir Putin.

NOI chiediamo che non si fornisca più supporto economico-commerciale a Teheran; che sia sospeso ogni accordo con il regime teocratico, nucleare compreso; che si attui un embargo economico-commerciale; che siano sanzionati i membri della struttura di potere della Repubblica islamica in Iran con il divieto di viaggiare nei Paesi dell’Unione europea; che si attivi la giurisdizione extraterritoriale prevista dai codici penali per procedere nei confronti di coloro che si siano macchiati di crimini contro l’umanità come la tortura, il sequestro di minori e le uccisioni extragiudiziali anche se i delitti sono stati commessi all’estero.

 

Con queste parole il Partito Radicale ha convocato a Roma sabato 10 dicembre alle ore 10 la marcia DONNA VITA LIBERTÀ – DIRITTI UMANI PER TUTTI E OVUNQUE, a sostegno della rivoluzione nonviolenta in Iran, ma anche di tutti i popoli vessati da guerre d’invasione o regimi antidemocratici, dall’Ucraina al Tibet, passando per l’Afghanistan, quasi tutti i paesi di lingua araba, e per i “diritti negati a minoranze e maggioranze cambogiane, montagnard, uigure, rohingya, curde, cecene, cubane, venezuelane…”.


Eumans aderisce e partecipa convintamente alla marcia, in piena sintonia con i suoi obiettivi statutari di difesa dei diritti umani e delle libertà fondamentali, affermazione dello Stato di diritto e della democrazia.
Per unirvi al gruppo di manifestanti di Eumans, mandate una mail a lorenzo.mineo@eumans.eu e riceverete indicazioni su un punto di ritrovo collettivo in Piazza della Repubblica.